Intervista a RacoonStudio

Quando nasce il vostro studio, Racoon?

Racoon nasce nel 2004 a Milano da un’idea di Riccardo e Pietro Polentes che iniziano a lavorare insieme. Nel 2006 nasce poi la società, che si occupa prevalentemente di motion graphics, character animation e produzione video.

In quanti siete a lavorare in questa società?

Ad oggi Racoon è formata da 4 persone fisse, più diversi collaboratori esterni.

Ho letto sul vostro sito che avete fatto numerosi progetti con imprese anche molto conosciute. Rispetto a questi lavori, come si colloca “mo’ te lo spiego…”?

Racoon Studio ha come clienti numerose realtà molto diverse tra di loro, network televisivi, grandi aziende, agenzie e web agency e via dicendo. Il continuo fronteggiare di questi progetti ci ha allontanato per anni da progetti autoprodotti, fino a quando abbiamo deciso di prenderci un po’ di tempo per noi e tornare a divertirci realizzando un progetto che fosse totalmente creato realizzato, gestito e amato da noi…

E un risvolto economico non è previsto?

Se le molte views che abbiamo fatto ci portano un po’ di autopromozione questo non guasta!

Quindi è tutto autoprodotto e la finalità si può dire essere ludica?  Quanto tempo impiegate per la realizzazione di un video come l’episodio dedicato all’elezione del capo dello stato?

No, allora precisiamo. Lo scopo fondamentale di “Mo’ te lo spiego..” è il seguente : raccontare e spiegare un argomento tramite le nostre capacità tecniche di animazione e motion graphics. Il tutto con ironia, cercando quindi di far divertire i nostri spettatori ma non tralasciando la qualità tecnica e anche il valore di “insegnamento” che le pillole possono dare.

Quindi non è solo un aspetto ludico?

Lo scopo non è ludico visto che per preparare questo secondo episodio, e anche il primo, ci sono volute tre settimane e come potrai immaginare il tutto è stato finalizzato sabato scorso attorno alle 23..non per colpa nostra ovviamente!

In effetti con questi numerosi scrutini avrete avuto un gran bel da fare!

Si! Poi, naturalmente, ci divertiamo a creare le pillole, dall’ideazione allo studio delle gag o i personaggi. Quindi in parte è vero, c’è del divertimento in “Mo’ te lo spiego..” ma non solo.

Perché decidere di comunicare proprio temi come il conclave o l’elezione del Presidente della Repubblica?

Questa decisione nasce da una combinazione di casualità , interesse e strategia, intesa come: avevamo l’occasione di poter raccontare in modo semplice e divertente argomenti “oscuri” o non molto chiari nel momento in cui questi argomenti di attualità sarebbero stati sotto gli occhi di tutti. Il tutto con la nostra impronta visiva, in modo tale da comunicare , come dicevamo prima, con la nostra estetica il nostro punto di vista.

Nel sottotitolo del progetto si richiama il concetto di “sapere”. Questa cosa m’interessa molto. Trasmettere sapere con una particolare forma di comunicazione. Con il vostro lavoro realizzate qualche cosa con uno scopo anche “educativo”. Ma che cosa significa per voi comunicare?

Comunicare per noi significa parlare per immagini. Siano essi personaggi, grafiche animate o attori in live action, nel momento in cui dobbiamo esprimere un concetto subito lo trasportiamo in immagini, e poi subito dopo capiamo quale tecnica è la più efficace per veicolare il messaggio. In sintesi per noi comunicare è trasmettere a più persone possibili un concetto trasposto come noi lo vediamo, con il nostro stile e la nostra estetica. E naturalmente cercando di farlo arrivare a più persone possibili.

Il video sul presidente della repubblica ha in due giorni superato le 10mila visite un grande successo. In questo caso la comunicazione è stata efficace. Personalmente mi sono divertito molto e mi è davvero piaciuto.

Grazie per i complimenti, speriamo che sempre più fans ci seguano!

Mi piacerebbe sapere se questo impegno potrà essere in futuro dedicato davvero a cose “educative” per esempio con i bambini, tramite le tv, perché mi sembra di capire che avete diversi contatti in tal senso.

Non sei il primo che ci pone questa domanda. Di sicuro “Mo’ te lo spiego..” rimarrà in questo modo e andrà avanti con altri episodi. Progetti simili per modalità e tecnica, ma con un linguaggio ovviamente più adatto, potrebbero essere perfetti per un pubblico di bambini, per scuole, o musei. In effetti ci stanno già contattando per lavori di questo tipo e la nostra speranza è che questi contatti possano diventare progetti concreti.

Quali sono i progetti/video che avete in cantiere, se ce ne sono?

Beh, sicuramente un altro episodio di “Mo’ te lo spiego…”, ma non anticipiamo nulla! Purtroppo questa nuova pillola dovrà essere realizzata in contemporanea con i vari progetti per i nostri clienti che abbiamo in cantiere, tra questi uno a cui siamo molto legati è il Reportage Video del contest internazionale di mini rampa di skate che Vans organizza ogni anno a Varazze. L’Off the Wall Spring Classic 2013, per il quale abbiamo realizzato anche tutta la campagna promozionale in animazione.

Vi ringrazio per questo tempo e vi faccio un grande in bocca al lupo!

Grazie a te, a presto!

Un pensiero su “Intervista a RacoonStudio

  1. matteo

    Grazie per il vostro articolo, mi sembra molto utile, prover senzaltro a sperimentare quanto avete indicato c’ solo una cosa di cui vorrei parlare pi approfonditamente, ho scritto una mail al vostro indirizzo al riguardo.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...